Neve e viabilità

Valanghe, circolazione verso la normalità

Riaperte, questa mattina, le strade regionali 44 e 47. A Rhêmes-Notre-Dame si lavora per il ripristino della linea elettrica

C'erano timori per i forti venti da nord - nord ovest che questa notte hanno spazzato la Valle d'Aosta, ma anche grazie all'abbassamento delle temperature non si sono registrati cedimenti della neve accumulata nei giorni scorsi.

Per quanto riguarda la viabilità, la notte scorsa, la strada regionale 44 della Valle del Lys è rimasta chiusa al transito a Gaby, in corrispondenza di Bounisson, dove domenica una valanga aveva ostruito la galleria, e tra Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinité.

Alle 6 di questa mattina si è svolta una nuova riunione della Commissione valanghe locale e della Protezione civile regionale per valutare la situazione e definire le modalità di riapertura della strada. Constatato alle prime luci dell'alba che non si erano formati accumuli pericolosi sui versanti, si è deciso di riaprire la strada al transito stamattina alle 7. In ogni caso, è prevista una riunione dei tecnici alle 18 per valutare un'altra eventuale chiusura notturna precauzionale.

Anche a Cogne, per il vento forte in quota e la possibilità di accumulo di neve nei canaloni, ieri sera era stata chiusa la regionale 47. La strada è tornata percorribile questa mattina alle 6.30.

Resta l'interruzione dell'energia elettrica a Rhêmes-Notre-Dame, causata dalla neve pesante caduta nei giorni scorsi. I tecnici della Deval stanno lavorando per ripristinare la linea al più presto. Nel frattempo le abitazioni sono fornite di corrente da un gruppo elettrogeno trasportato in località Chanavey lunedì. Proprio vicino agli impianti di risalita, che al momento sono fermi per la carenza di energia elettrica, insufficiente per la seggiovia. Per ora, è stato riattivato solo il tapis roulant, e le scuole sci sono aperte. Infine, sono percorribili anche i 5 chilometri della pista dello sci di fondo.