Più primi ingressi

Voglia di neve nuova

Un fine settimana di segno molto positivo per il comparto invernale. La clientela, però, non cerca più solo discese, e le società integrano nuovi servizi con lo skipass

Precipitazioni in quota che allungano la stagione e portano tanti appassionati sui comprensori. 

Nella giornata di sabato 16 marzo, a Breuil-Cervinia ci sono stati diecimila primi ingressi, malgrado la chiusura del collegamento internazionale con Zermatt. Un numero sfiorato anche sul Monterosa ski, indicatore che comprende anche il versante di Alagna. Ottomila nel comprensorio di Courmayeur, ben oltre seimila a Pila e La Thuile. Nei dati in aggiornamento si vedono già segni più che positivi. 

A un punto maturo della stagione, i riscontri su presenze e fatturato raccontano anche di una nuova esperienza sulle piste e di politiche commerciali innovative, per fare vivere il comparto lungo una stagione più lunga.