Tragedia in Svizzera

In heliski al Petit Combin, tre morti

L'incidente dell'elicottero nel Vallese è il terzo dall'inizio dell'anno. Secondo MétéoSuisse il vento era moderato

Stavano raggiungendo in elicottero il Petit Combin, tra le valli di Entremont e di Bagnes. Una giornata all'apparenza perfetta per l'heliski, per quattro sciatori e la loro guida alpina, più il pilota. Alle 9.25, l'elicottero, un B3 di ultima generazione, si è schiantato su quello che doveva essere il punto di atterraggio, sulla parte sommitale della vetta, che culmina a 3.668 metri d'altitudine. Il bilancio è pesante: tre morti e tre feriti.

Sul posto sono intervenuti sette elicotteri: tre di Air-Glaciers, tre  di Air Zermatt e uno della Regà che hanno trasportato i tre i tre feriti all'ospedale svizzero di Sion. Per gli altri tre occupanti del velivolo non c'è stato purtroppo niente da fare.

Le Service suisse d’enquête de sécurité ha aperto un'inchiesta  al fine di determinare le cause dell'incidente mortale, mentre al pubblico ministero della Confederazione spetterà l'inchiesta penal,e in collaborazione con Fedpol e con la Polizia cantonale vallesana.

E' il terzo incidente di questo genere nel giro di poche settimane in Vallese, dopo quello di metà febbraio nella Valle di Anniviers e, a metà marzo, nei pressi di Vétroz.

Secondo MétéoSuisse, il vento in alta montagna al momento dell'incidente era moderato. Alla stazione di misurazione a poco meno di 3 mila metri, sulle cime intorno a Verbier, soffiava mediamente a 24 km/h, con raffiche fino a 42 km/h, in diminuzione rispetto ai giorni precedenti. "Siamo profondamente rattristati e indescivibilmente toccati da quanto è successo," ha scritto nella serata di ieri la compagnia di elicotteri Air-Glaciers. "I nostri pensieri vanno ai familiari e alle persone più vicine alle vittime".