Cronaca

Operazione della Guardia di Finanza

Vicenza, scoperte 900 tonnellate di rifiuti illegali

In un capannone abbandonato di Asigliano Veneto
Credits © Giorgio Bonomi Tgr Veneto I resti di una tettoia di amianto
I resti di una tettoia di amianto
Tonnellate di rifiuti nel capannone abbandonato 
900 tonnellate di rifiuti speciali, gestiti quasi sicuramente dalla camorra, stoccati illegalmente in un capannone in disuso di tremila metri quadri nell'area industriale di Asigliano Veneto.
Li ha scoperti la Guardia di Finanza di Vicenza nell'ambito di un'operazione di contrasto ai traffici illeciti.

Il proprietario dovrà smaltire tutto il materiale
I rifiuti, che comprendono scarti di lavorazione industriale e provengono dalle zone di Napoli e Caserta, erano divisi in 600 balle legate da fil di ferro e ammassati nello stabile fino a saturarlo completamente. Il proprietario del capannone è un istituto bancario di livello nazionale, dovrà rimuovere e smaltire i rifiuti, bonificando il sito. In corso altre verifiche di tipo fiscale

Arpav al lavoro
L'area è stata posta sotto sequestro, in corso i rilievi con il supporto del personale tecnico dell'Arpav

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca