Cronaca

Lo studente di Quinto avrebbe provocato volontariamente l'incidente

Treviso. Omicidio volontario e tentato omicidio. Arresto per Barzan

Arresto per Christian Barzan, lo studente di 22 anni accusato di aver deliberatamente provocato l'incidente stradale di Povegliano (Tv) in cui, la sera di venerdì scorso, perse la vita una donna di 62 anni
Credits © Vigili del Fuoco Il grave incidente di Povegliano costato la vita alla 62enne Giusy Lo Brutto
Il grave incidente di Povegliano costato la vita alla 62enne Giusy Lo Brutto
Disposto l'arresto per Christian Barzan, lo studente di 22 anni di Quinto di Treviso accusato di aver deliberatamente provocato l'incidente stradale di Povegliano (Tv) in cui, la sera di venerdì scorso, perse la vita una donna di 62 anni, Giuseppina Lo Brutto.

Avrebbe volontariamente fatto sterzare l'auto contro la macchina dsu cui viaggiava Giuseppina Lo Brutto
Secondo l'accusa il giovane, nel corso di una lite con la fidanzata, mentre si trovavano entrambi a bordo di un'Alfa Romeo "Mito" da lui condotta, avrebbe volontariamente fatto sterzare l'auto contro una seconda vettura che transitava in direzione opposta, nella quale viaggiava una coppia di coniugi, causando in questo modo il decesso istantaneo della donna. Sarebbe stata la ragazza a fornire agli investigatori gli elementi per le accuse al giovane.

La misura notificata all'ospedale
La misura restrittiva è stata notificata a Barzan nella sua camera dell'ospedale Ca' Foncello a Treviso, dove si trova ricoverato per le ferite riportate. I capi d'imputazione sono di omicidio volontario e di tentato omicidio nei confronti della fidanzata.

"Voleva uccidere la fidanzata"
L'intenzione dell'indagato, secondo gli investigatori, sarebbe infatti stata quella di uccidere la fidanzata, una giovane di 21 anni con la quale il rapporto si era deteriorato. Fra le imputazioni la magistratura contesta a Barzan anche quella di stalking, per una serie di comportamenti molesti tenuti verso la giovane dallo scorso gennaio e di cui la ragazza stessa avrebbe parlato agli inquirenti. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca