Veneto
04 Dicembre 2021 Aggiornato alle 11:58
Cronaca

Operazione della Digos

Blitz antiterrorismo: 50enne padovana si definiva 'sergente di Hitler'

Nella sua abitazione a Cittadella trovati simboli e bandiere del 'partito nazionalsocialista italiano dei lavoratori'
Credits © Tgr Sicilia Parte del materiale sequestrato nel corso del blitz in varie parti d'Italia
Parte del materiale sequestrato nel corso del blitz in varie parti d'Italia
Si definiva 'sergente maggiore di Hitler' la 50enne, madre di un bambino piccolo, di Cittadella (Padova), coinvolta dell'indagine antiterrorismo compiuta dalla Digos nei confronti di un'organizzazione pronta a costituire un partito nazista nel nostro Paese.

Sul web definiva "sergente maggiore di Hitler"
"A Cittadella abbiamo perquisito l'abitazione di una impiegata 50enne, che sul web si definiva 'sergente maggiore di Hitler', sequestrando numeroso materiale di propaganda per la costituzione di un partito nazionalsocialista italiano lavoratori - ha detto all'Adnkronos il dirigente della Digos di Padova, Giovanni Di Stavola - e un volantino di minacce contro Emanuele Fiano (Pd). La 50nne era molto attiva sul web anche nella ricerca di altri affiliati".

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Digos, la donna, impiegata e incensurata, era un punto di riferimento nazionale dell'organizzazione e sarebbe stata ai vertici di questo "Partito Nazionalsocialista Italiano dei lavoratori". In casa sua gli investigatori hanno trovato materiale per la propaganda, striscioni con svastiche, simboli antisemiti e bandiere naziste. La donna è stata denunciata per associazione terroristica e apologia del fascismo.

Gli altri veneti indagati
Oltre all'impiegata di Cittadella ci sono altre tre persone residenti in Regione. Si tratta di una 55enne di Caldiero, in provincia di Verona e di una coppia di siciliani residenti a Vicenza.
Nella casa della donna di Caldiero una copiosa documentazione tra scritti, materiale informatico, bandiere con la croce uncinata, decine di libri legati al periodo nazista e svariati cimeli.

La coppia di Vicenza
Indagini in corso anche su una coppia di siciliani residenti a Vicenza. L'uomo ha 42 anni, la moglie 40. Tornati da poco nel capoluogo Berico, dopo un periodo passato nella loro Regione, i due stavano cercando casa. Gli agenti, infatti, li hanno trovati nell'abitazione di alcuni amici. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca