Politica & Istituzioni

Era nato a Marghera nel 1938

Morto a Trento Sandro Boato, l'architetto-poeta

Era il maggiore dei fratelli Boato e aveva dato vita a La Nuova Sinistra - Neue Linke. I Verdi: "Ci lascia una persona importante della politica ecologista"
Credits © Tgr Rai Trentino Sandro Boato
Sandro Boato
E' morto all'alba l'architetto Sandro Boato, urbanista verde, poeta e appassionato di ecologia. Nato a Marghera nel 1938, era il maggiore dei 5 Boato, tutti a diverso modo protagonisti politici a livello locale e nazionale negli ultimi 50 anni. 

La letteratura è stata la sua grande passione. Scriveva in italiano, veneziano, spagnolo e anche inglese e traduceva poeti europei ed americani. 

Come gli altri fratelli, si era impegnato in politica (nei gruppi spontanei di cattolici del dissenso a partire dal '68, poi in Lotta Continua e nei Verdi). Era stato tra i fondatori della Nuova Sinistra-Neue Linke, insieme ad Alex Langer e al fratello Marco Boato.

Consigliere provinciale a Trento a cavallo tra gli anni '70 e '80 proprio per la Nuova Sinistra- Neue Linke, era stato consigliere comunale a Trento negli anni '80 ed era diventato nuovamente consigliere provinciale con i Verdi tra il 1988 e il 1993.

Lascia la moglie Odilia Zotta e i figli Giulia e Matteo.

 "Ci ha lasciati una persona importante e significativa della cultura politica ecologista e verde del Paese" scrivono in una nota il coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli e i due co-portavoce, Elena Grandi e Matteo Badiali.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Politica & Istituzioni