Cronaca

I controlli a ridosso delle feste

Venezia, pesce non tracciato: maxi sequestro della Guardia di Finanza

Multati 11 autotrasportatori, italiani e cinesi, con sanzioni amministrative di diverse migliaia di euro
Credits © Ansa Pesce sequestrato (foto di archivio)
Pesce sequestrato (foto di archivio)
Una tonnellata di pesce, priva di etichettatura di tracciabilità, è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza di Venezia durante una serie di controlli sull'autotrasporto di merci lungo la Statale Romea. Multati 11 autotrasportatori, italiani e cinesi, con sanzioni amministrative di diverse migliaia di euro.

Molte le specie trovate dagli uomini della GdF: salmoni, aragoste, gamberi, moscardini, canestrelli, granseole e seppie. La merce era occultata dietro ad altre cassette di pesce regolarmente etichettate. Dalla documentazione rinvenuta nel corso dei controlli, e dalle dichiarazioni rese dai trasgressori, è stato appurato che le partite erano destinate alla commercializzazione in Veneto, nelle zone di Mira, Padova, Dolo, Rosolina e Casalserugo. Tutti i prodotti sono stati posti a disposizione delle competenti autorità sanitarie per i successivi accertamenti. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca