Veneto
28 Novembre 2021 Aggiornato alle 00:10
Cronaca

Le reazioni. Ciambetti :"Inaccettabile, solidarietà e scuse"

Venezia. Insulti e sputi a una coppia di turisti cinesi

Lo avrebbero segnalato le stesse vittime al proprietario del locale che le ospitava. Non c'è ancora alcuna denuncia. Si ipotizza che l'episodio - se a sfondo razzista - possa essere legato all'epidemia da coronavirus
Credits © Ansa Gondole a Venezia (foto d'archivio)
Gondole a Venezia (foto d'archivio)
Una baby gang di adolescenti avrebbe seguito, insultato e sputato contro una coppia di turisti cinesi a Venezia. Lo avrebbero segnalato gli stessi turisti al proprietario del locale che li ospitava. La coppia - racconta un quotidiano locale - stava passeggiando lungo la riva del Canale della Giudecca, quando il gruppo di adolescenti avrebbe cominciato ad insultarli per poi sputargli addosso. Le forze dell'ordine finora non hanno ricevuto segnalazioni sulla vicenda che verrà approfondita. Nei minuti successivi, la coppia di cinesi sarebbe stata poi seguita in un supermercato dove la stessa baby gang avrebbe proseguito nel deriderli mentre una ragazzina del gruppo li filmava. Si ipotizza che l'episodio - se a sfondo razzista - possa essere legato all'epidemia da coronavirus. A scatenare polemiche ieri erano state le frasi di un consigliere comunale di Fratelli d'Italia, nel comune trevigiano di Casier, il quale aveva parlato di "onti cinesi" venuti ad "impestarci". Nei giorni scorsi - prima che scattasse l'allarme per l'epidemia - una studentessa italiana, ma di origine cinese, era stata insultata e presa a sputi su un treno che da Venezia andava a Padova.

Le reazioni. Ciambetti: "Gesto inaccettabile, solidarietà e scuse ai cittadini cinesi"
"Sputare addosso a una persona è un gesto di disprezzo inaccettabile, come è inaccettabile che delle ragazzine si divertano a canzonare e deridere delle persone. Ai turisti cinesi vittime a Venezia di questi comportamenti esecrandi tutta la mia solidarietà e le scuse, perché il popolo veneto non si riconosce in questa maleducazione e in atteggiamenti incresciosi che non sono di certo segno di sinofobia, ma stupide bravate, brutte testimonianze di maleducazione e ignoranza". Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, commenta gli episodi "denunciati da un turista cinese, accaduti alle Zattere a Venezia e in un supermercato, protagonisti in due momenti diversi dei ragazzini e delle adolescenti - ha detto Ciambetti -  La giovane età dei protagonisti non è una attenuante: una sonora lavata di capo è il minimo che possono attendersi. In altri tempi, e giustamente, la punizione sarebbe stata ben più dura. Purtroppo il lassismo imperanti e modelli educativi troppo indulgenti portano a questi risultati e alla mancanza di rispetto: quello che spaventa è il fatto che questi giovani protagonisti non si sono resi conto della gravità dei fatti. Purtroppo maleducazione e ignoranza quando si combinano tra loro danno origine a situazioni a dir poco disdicevoli, come si era già visto nei giorni scorsi a Casier, dove non c'era nemmeno la scusante dell'età". (ANSA). 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca