Cronaca

Effetto collaterale

Coronavirus. In Veneto quasi un milione di turisti in meno

L'istituto Demoskopica calcola una possibile contrazione della spesa turistica di circa 955 milioni di euro
Credits © Paolo Colombatti Tgr Veneto Turisti a Venezia (archivio)
Turisti a Venezia (archivio)
I timori di contagio rallentano i flussi
I numeri non mentono. E l'istituto Demoskopika, mette nero su bianco che a causa del Coronavirus, nel 2020 l'emergenza potrebbe generare un segno negativo per l'incoming turistico italiano, con una contrazione della spesa di ben 4 miliardi e mezzo di euro, pari a circa il 5 per cento del prodotto interno lordo del settore. 
Il 70 per cento di questa spesa, per altro,  pari a 3,2 miliardi di euro, è concentrata in quattro sistemi turistici regionali: Veneto, Toscana, Lazio e Lombardia.
 
Il Veneto, pagherebbe il maggior scotto
In particolare, proprio il Veneto subirebbe i maggiori danni. Qui, gli effetti di un prolungato "allarme da coronavirus" potrebbero generare conseguenze devastanti con un calo di 971 mila arrivi, di oltre 3 milioni di presenze e, infine, con una contrazione della spesa turistica pari a circa 955 milioni di euro rispetto all'anno di riferimento individuato. 
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca