Veneto
18 Aprile 2021 Aggiornato alle 00:13
Cronaca

Positivi al primo test. Attesa per la seconda analisi dallo Spallanzani

Coronavirus, in Veneto due casi sospetti. Zaia: "Cittadini di Vo' Euganeo"

Entrambi si trovano ricoverati nel reparto malattie infettive dell'ospedale patavino.
Credits © Epa/David Crosling Un laboratorio dove si studia il virus
Un laboratorio dove si studia il virus
In Veneto ci sono due casi sospetti di persone contagiate dal coronavirus Covid 19. Lo rende noto, interpellato dall'agenzia ANSA, il presidente della Regione, Luca Zaia. "Ci sono due casi sospetti, due cittadini veneti. Ora stiamo attendendo le seconde analisi dall'istituto Spallanzani di Roma".

Luca Zaia: "Si tratta di due residenti a Vo' Euganeo"
Il presidente Zaia, che ha già sentito il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, si trova a Padova nella sede dell'Ulss 6 Euganea. "sono due cittadini di Vo' Euganeo, uno del '42 e uno del '53, uno in condizioni critiche in terapia intensiva. I due pazienti sono risultati positivi ai primi test sul Coronavirus - ha detto il presidente Zaia - Queste due persone hanno avuto contatti in loco, non sono andate in Cina, non sono il classico 'caso sospetto'. Lavoriamo anche sul fronte dell'eventuale necessità di una struttura dedicata a eventuali contagiati, perché non sappiamo qual è l'entità del contagio".

Luca Zaia: "A Vo' Euganeo resteranno chiuse scuole e negozi"
"Siamo preoccupati - ha detto il presidente Zaia - ho parlato col sindaco di Vo' Euganeo per adottare tutte le misure: chiusura delle scuole, degli esercizi commerciali, cercando di ricostruire tutte le attività sociali e i contatti che queste persone hanno avuto per capire qual è il livello di cordone sanitario da mettere in atto". "Non bisogna diffondere il panico - ha concluso - ma prima regola è l'isolamento".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca