Veneto
18 Aprile 2021 Aggiornato alle 00:13
Salute

La segnalazione del presidente dell'associazione

Avis regionale Veneto: "Attenzione ai falsi appelli per donare sangue"

Anche col coronavirus, il fabbisogno di sangue è coordinato a livello nazionale: "Siamo noi eventualmente a chiamare i donatori".
Credits © Ansa/Matteo Bazzi Un prelievo
Un prelievo
L'Avis regionale del Veneto lancia un appello a non seguire o diffondere alcuni falsi appelli diffusi online che invitano a donare sangue in coincidenza con l'emergenza coronavirus, in particolare quelli che presentano richieste per aiutare bambini o giovani con gravi malattie.

"I donatori vengono chiamati direttamente dall'Avis"
"Non funziona così, assolutamente - spiega il presidente Giorgio Brunello - il sistema trasfusionale nel nostro Paese. Primo perché l'organizzazione a rete dei Centri trasfusionali in Veneto, e in generale in Italia, permette l'interscambio di sacche di sangue fra i diversi ospedali; secondo perché, se proprio c'è una necessità specifica, i donatori vengono chiamati a donare direttamente dall'Avis, dalle altre associazioni di donatori o dai Centri trasfusionali di riferimento".

"Il fabbisogno - conclude Brunello - è coordinato a livello nazionale e non ha certo bisogno di questi soggetti che sfruttano la buona fede e il buon cuore di tutti".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Salute