Veneto
14 Aprile 2021 Aggiornato alle 19:05
Cronaca

373 i nuovi positivi al coronavirus. Nove vittime solo a Verona

Veneto, ecco i dati di oggi. Contagi in aumento. 21 decessi nella notte

Il report della Regione Veneto
Credits © Ansa Coronavirus: reparto terapia Intensiva
Coronavirus: reparto terapia Intensiva
Sono 373 i nuovi contagi nel Veneto per coronavirus, mentre 21 sono le persone decedute da ieri sera alle 17 a questa mattina. 
 
A Padova sono 137 i positivi al test, (escluso il cluster di Vo' dove si è registrato un solo contagio nelle ultime ore); a Treviso 75 nuovi contagi, a Venezia 34, a Verona 68, a Vicenza 41, a Belluno 18, a Rovigo 4. Delle 21 vittime delle ultime ore nove sono decedute negli ospedali di Verona, Borgo Trento e Borgo Roma. Sale a 6442 il numero totale dei contagiati da coronavirus.
Ne dà notizia il bollettino della Regione Veneto delle 8. Oltre 17mila le persone in isolamento fiduciario. Il totale dei decessi dell'emergenza in Veneto è di 258. 

Zaia in conferenza stampa: "Non si può abbassare la guadia"
"Il bollettino di guerra di oggi ci dà 17159 persone in isolamento di questi 6442 positivi, 1723 ricoverati, 316 in terapia intensiva e la notizia più tragica: 258 persone che hanno perso la vita per il coronavirus. E mi interessa poco se saremo la Regione con meno morti: anche se la vicenda coronavirus si chiudesse qui, per me 258 morti sono una sconfitta. Per questo non si può abbassare la guardia". Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia nel consueto punto stampa. "I nostri modelli ci dicono che nei prossimi giorni dovrebbe aumentare il numero di contagiati,  di ricoverati in terapia intensiva fino al picco previsto per metà aprile - ha spiegato Zaia -per questo stiamo facendo di tutto per aumentare ancora i posti in terapia intensiva e sub intensiva", ha spiegato.  

"Lavoriamo in totale emergenza"
"Siamo qui a lavorare - ripete Zaia- in totale e piena emergenza". L'invito "è ancora quello di rispettare le restrizioni". 

Trovate 2 milioni di mascherine
Siamo riusciti ad acquistare 2 milioni di mascherine Fpp3, e' stato come scovare un giacimento con una pepita d'oro enorme, gia' questa settimana ne avremo 200, 300 mila come anticipo e la prossima arriveranno le restanti. Abbiamo anche acquistato 400 mila kit istantanei". Cosi' il governatore del Veneto Luca Zaia 

Attesa per la sperimentazione dell'Avigan
Il presidente Zaia spiega: "Siamo in attesa del protocollo Aifa per partire con la sperimentazione dell'Avigan a Padova, dove stiamo gia' sperimentando altri sei farmaci. Ho anche chiamato personalmente Tokyo per chiedere informazioni sull'Avigan e mi dicono che e' un farmaco che utilizzano normalmente, ma ovviamente cerchiamo di capirne qualcosa di piu'. Per ora il farmaco normalmente utilizzato per l'artrite reumatoide, il Tocilizumab, sembra dare risultati positivi ma ovviamente deve essere la comunita' scientifica a dirlo". 

Ok a valutazione ambientale nuovo ospedale di Padova
La Vas (Valutazione Ambientale Strategica) necessaria alla prosecuzione dell'iter per la realizzazione del nuovo ospedale di Padova e' arrivata in tempo per la firma dell'accordo di programma tra aprile e maggio - ha precisato ancora il governatore del Veneto Luca Zaia. "Questa di fatto mette il cuore in pace a tutti quelli che erano preoccupati che l'opera potesse rovinare l'ambiente - ha spiegato - siamo in linea con la realizzazione del nuovo policlinico. Da questa emergenza ne usciremo con una sanita' ancora migliore". Il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera di Padova Luciano Flor ha ora il compito di sondare il parere di Bei, Cdp e altre realta' pubbliche per reperire finanziamenti.

"Respiratori animali restano per emergenze"
Dopo la notizia data ieri del censimento dei respiratori per uso veterinario per un possibile utilizzo nei reparti di terapia intensiva il governatore del Veneto Luca Zaia ha volto precisare nel corso di un punto stampa che tali respiratori "non saranno tolti agli animali in emergenza". "Si tratta di un censimento ad eccezione delle urgenze veterinarie e valutando solo quello che oggi consideriamo 'arrestabile' e utilizzabile diversamente - ha spiegato - esattamente quello che stiamo facendo con gli ospedali dove abbiamo ridotto le attivita' di tutte le sale operatorie, per quanto non urgente o inderogabile". 

Si valutano deroghe per passeggiate disabili
Anche se resta valida la chiusura dei supermercati alla domenica e lo stop alle passeggiate, il governatore Zaia sta valutando "le specifiche esigenze delle famiglie di pazienti autistici" che hanno bisogno di far fare più moto ai loro cari. Così Zaia che ha precisato: "In alcuni casi potremmo prevedere una sub ordinanza e delle deroghe" al limite imposto alle passeggiate. 
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca