Veneto
18 Aprile 2021 Aggiornato alle 00:13
Salute

Operazione della Guardia di Finanza in Polesine

Sequestrato a Lendinara (RO) un laboratorio di mascherine non a norma

L'azienda aveva convertito gli impianti senza badare alle norme di sicurezza: sotto accusa una partita irregolare di merce prodotta senza autorizzazione.
Credits © Guardia di Finanza Le mascherine sequestrate
Le mascherine sequestrate
La Guardia di Finanza di Rovigo ha sequestrato una partita di mascherine prive dei requisiti essenziali di sicurezza, identificando un casolare all'interno del quale era stato allestito un laboratorio di produzione, operante a pieno regime.

Produzione avviata senza curarsi delle norme
L'azienda, in regola dal punto di vista fiscale, aveva riconvertito la propria produzione fabbricando mascherine, senza curarsi però di rispettare le norme previste dalle nuove disposizioni sulla produzione. Non aveva cioè inviato la documentazione tecnica all'Iss o all'Inail, necessaria per attestare se le mascherine protettive fossero destinate all'uso sanitario o ad altri.
Inoltre aveva messo in commercio le mascherine senza dichiararne la destinazione d'uso, non aveva avviato alcuna procedura autorizzativa, né aveva fornito ai propri clienti indicazioni sul loro uso.

Sanzioni dai 1.500 ai 30.000 euro
I finanzieri hanno redatto verbale in vista della sanzione pecuniaria, che va da 1.500 a 30.000 euro. Nel corso dei controlli delle Fiamme Gialle sono state sequestrate altre 198 mascherine in due rivenditori, prive di etichettatura e istruzioni. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Salute