Veneto
12 Aprile 2021 Aggiornato alle 20:03
Cronaca

Il decesso all'ospedale di Treviso

Lavorava in Veneto il centesimo medico morto in italia a causa di Covid-19

Samar Sinjab, 62 anni medico di famiglia, aveva l'ambulatorio a Mira (VE).
Credits © Tgr Veneto L'ambulatorio della dottoressa Sinjab Samar
L'ambulatorio della dottoressa Sinjab Samar
"Stamani alle 8,30 è morta nel reparto di terapia intensiva di Treviso, dove era ricoverata da diverse settimane, la dottoressa Samar Sinjab. La collega esercitava a Mira e nonostante avesse importanti fattori di rischio ha continuato ad assistere i suoi pazienti con dedizione. Per la Fimmg del Veneto e credo di poter parlare a nome di tutti i medici di famiglia della regione questo è un momento duro. Ci eravamo illusi che, anche con situazioni preoccupanti come quella di Samar e di altri colleghi, eravamo riusciti ad evitare che anche in Veneto ci fossero medici di famiglia morti".

Con questo comunicato Domenico Crisarà, segretario veneto della Fimmg, ha datto l'annuncio della scomparsa di Samar Sinjab, 62 anni di origini siriane, medico di famiglia con l'ambulatorio a Mira nel veneziano.

E' evidente - continua Crisarà - che quello che abbiamo fatto non è stato sufficiente ma è altrettanto evidente che questa morte, le altre situazioni gravi e le contaminazioni dei MMG è prima di tutto il risultato della scarsa attenzione che numerose aziende sanitarie, tra cui la ALSS veneziana primeggia insieme a Vicenza e Verona, hanno dedicato ai medici di famiglia e di continuità assistenziale. Forniture assolutamente inesistenti di dispositivi di protezione, nessuna prevenzione, se non in queste ultime settimane, attraverso l'esecuzione di tamponi con tempi di refertazione che superano spesso i dieci giorni e che non vengono ripetuti con nonostante il contatto continuo con i pazienti, hanno portato a questa giornata di lutto", conclude.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca