Veneto
28 Ottobre 2021 Aggiornato alle 06:45
Cronaca

E' successo all'ora di cena

A Rovigo, giovane fermato per aver ucciso il padre

Il delitto in un piccolo campo rom a Sant'Apollinare, prima periferia della città. I due stavano litigando. La vittima si chiamava Eddy Cavazza. Il ragazzo è fuggito, ma è stato catturato dalla polizia vicino ad Adria
Credits © Cesare Cappello Il luogo del delitto a Rovigo
Il luogo del delitto a Rovigo
Una discussione finita in tragedia
Hanno lavorato fino a tarda notte gli uomini della scientifica della polizia di Rovigo. Per raccogliere tutte le tracce, gli indizi. Le testimonianze soprattutto. Anche se da subito, il quadro è apparso chiaro, nella sua drammaticità. Al piccolo campo rom nella frazione di Sant'Apollinare, all'ora di cena è scoppiata una lite fra padre e figlio, dentro ad una roulotte. Le grida, gli urli di una discussione che alla fine non ha trovato nelle parole, ma solo nella violenza, il suo epilogo.

Il giovane, dopo l'aggressione è fuggito
Il ragazzo, 17 anni, avrebbe cominciato a colpire il padre con un'arma da taglio, un machete. Il padre è uscito dalla roulotte, tentando la fuga. Ma è stato raggiunto in un viottolo e lì nuovamente aggredito, colpito, lasciato a terra. Il giovane, è fuggito a bordo di una station wagon, assieme ad un'amica poco più grande, residente in un paese vicino. Forse nemmeno si è reso conto di avere ucciso il padre: Eddy Cavazza, questo il nome della vittima, aveva 45 anni.

Catturato ad Adria
La fuga del ragazzo è durata poche ore. La polizia lo ha catturato a notte fonda, nei pressi di Adria, dove i due fuggitivi avrebbero cercato di raggiungere un parente della giovane. Il minorenne, sottoposto a fermo di polizia, è stato portato in Questura a Rovigo. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca