Veneto
18 Aprile 2021 Aggiornato alle 00:13
Società

Iniziativa sostenuta anche da diversi enti

Verona, un'associazione culturale vuole riaprire il cinema Ciak

In tempi di pandemia, il progetto coraggioso dell'associazione ViveVisioni, che ha comprato il locale chiuso da 12 anni
Credits © Ansa Alzano la saracinesca del cinema Ri-Ciak Verona
Alzano la saracinesca del cinema Ri-Ciak Verona
Una sala nel quartiere di Veronetta
Situata nel quartiere di Veronetta, la vecchia sala ha un passato come locale a luci rosse prima e poi come cinema d'essai. Ora è diventato il Ri-Ciack e alcuni componenti dell'associazione, dopo aver firmato il compromesso, hanno simbolicamente alzato le saracinesche, abbassate da oltre 12 anni.

Creare un "cinema di comunità"
L'obiettivo è di realizzare un cinema di comunità. "Veronetta si candida a diventare un vero e proprio laboratorio di inclusione sociale - ha spiegato Franca Rizzi, presidente di ViveVisioni Impresa Sociale -. Questo progetto, partito a ottobre 2018, ora entra nel vivo". 

Hanno già aderito oltre 300 soci
200 mila euro da versare in 6 anni per acquisire la proprietà del cinema. All'iniziativa hanno già aderito più di 300 soci. Ma l'obiettivo è di arrivare almeno a mille. Il locale si trova accanto al Polo Santa Marta dell'Università di Verona e l'Ateneo scaligero ha dato sostegno al progetto assieme ad altri enti e realtà del territorio, tra cui la Camera di Commercio, e l'Accademia di Belle Arti. È arrivato anche un finanziamento di 50mila euro dalla Regione Veneto.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Società