Veneto
26 Ottobre 2021 Aggiornato alle 19:46
Cronaca

Omicidio Noventa Vicentina (VI): proseguono le ricerche dell'uomo in fuga

Setacciati nel corso della notte casolari e campagne nei dintorni dell'abitazione di Pierangelo Pellizzari a Villaga, nel Basso Vicentino. Da questa mattina i sommozzatori stanno dragando un canale della zona.
di Davide Pyriochos
Credits © Tgr Veneto Rita Amenze e Pierangelo Pellizzari
Rita Amenze e Pierangelo Pellizzari
“Se puoi perdonaci”. Lo ha scritto su un bigliettino una signora della zona che ha portato un mazzo di fiori davanti alla azienda di funghi, a Noventa Vicentina (VI), dove lavorava Rita Amanze, 30 anni, uccisa dal marito Pierangelo Pellizzari.

L’uomo, 61 anni, è armato e di lui ancora non c'è traccia. Avendo pianificato l’agguato nei dettagli, forse ha progettato anche la fuga. I carabinieri lo cercano anche con droni e cani molecolari, sui Colli Berici e nelle campagne. Dato che conosce la zona potrebbe avere un nascondiglio, ma non si esclude che sia fuggito a bordo di un’auto o una moto non di sua proprietà. Ma nelle ultime ore si è affacciata anche l'ipotesi del suicidio. Da questa mattina, infatti, i sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Vicenza stanno dragando un canale nei pressi di via Quargente a Villaga (VI).

Da qualche anno viveva con la moglie in una casa di Villaga, nella Bassa Vicentina, a 15 chilometri dal luogo del delitto. Per i vicini una coppia normale, i litigi non erano frequenti. In azienda Rita era amata e apprezzata da tutti. Dieci giorni fa era tornata dalla Nigeria dove ha abbracciato le tre figlie. Dopo quel viaggio aveva deciso di non stare più in casa con lui. Ma purtroppo non ha fatto in tempo ad attuare i suoi propositi.

Il servizio di Davide Pyriochos
watchfolder_TGR_VENETO_WEB_PYRIOCHOS SEGUITO FEMMINICIDIO NOVENTA VICENTINA.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca