Cronaca

Vicenza

L'omicidio di Rita Amenze: prima notte in carcere per Pierangelo Pellizzari

Il 61enne, arrestato sabato pomeriggio dai carabinieri e accusato di aver ucciso la moglie, si è avvalso della facoltà di non rispondere.
Credits © Davide Pyriochos Tgr Veneto Pierangelo Pellizzari dopo l'arresto
Pierangelo Pellizzari dopo l'arresto
Resta in carcere a Vicenza Pierangelo Pellizzari. Ai pm e ai carabinieri non ha detto una parola. "Troppo scosso per parlare", riferisce il suo avvocato, Michele Albertazzi. È stato fissato per martedì l’interrogatorio di garanzia per l’omicidio della moglie Rita Amenzè, nigeriana, uccisa venerdì mattina con quattro colpi di pistola prima che entrasse al lavoro, a Noventa Vicentina (VI).

Lui poi si è dato a una fuga durata un giorno e mezzo. Sabato i carabinieri lo hanno bloccato mentre tentava di entrare in una casa disabitata, della madre, a pochi metri dalla sua abitazione a Quargente, frazione di Villaga (VI).

Omicidio aggravato, ma anche minacce, porto abusivo d’armi e rapina, le accuse. Perché alla giovane nigeriana, che voleva lasciarlo, ha anche sottratto il portafogli. I carabinieri cercano ancora l’arma.

In attesa che la giustizia faccia il suo corso, non si spegne il pensiero per Rita. La sera di Mercoledì 15, una fiaccolata in suo ricordo si terrà a Noventa Vicentina. Il sindaco di Villaga, intanto, pensa a un conto corrente da aprire per le tre bambine di Rita, rimaste in Nigeria.

Nel servizio di Maura Bertanzon l'intervista a Eugenio Gonzato, sindaco di Villaga (VI)
watchfolder_TGR_VENETO_WEB_BERTANZON - UNA MARCIA PER RITA.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca