Veneto
16 Ottobre 2021 Aggiornato alle 16:50
Cronaca

San Bonifacio (VR)

La Tav in costruzione tra Verona e Vicenza crea preoccupazione

Uno dei temi è quello dei Pfas: la paura è che le sostanze inquinanti vengano smosse e la contaminazione si estenda. I residenti chiedono certezze.
di Matteo Mohorovicich
Credits © Matteo Mohorovicich Tgr Veneto Un terreno espropriato per il cantiere della Tav
Un terreno espropriato per il cantiere della Tav
Un allevamento di tacchini e un pozzo inquinato dai pfas. Massimo Marcolungo l’acqua non può berla, ma usarla per gli animali sì. L’azienda a cui li rifornisce, però, vuole certezze. Marcolungo, di Lobia di San Bonifacio, è uno degli espropriati della Tav, l’alta velocità ferroviaria. Un’opera che sta muovendo i primi passi, e già fa discutere: anche in relazione ai pfas. Tra Verona e Vicenza attraversa i territori della zona contaminata.

I piloni della sopraelevata del treno bucheranno il terreno per più di 40 metri. "Quasi quanto l’altezza del campanile di San Bonifacio", dice Vasco Carradore, membro esterno della commissione Tav del Comune. Carradore una sua proposta l’ha avanzata: "I comuni chiedano alla Regione di fare pressione. Il consorzio Iricav Due, che costruisce l’opera, nei cantieri usi filtri anti pfas", dice.  "Questo è uno dei temi caldi",  dicono gli avvocati Marco Panato e Andrea Molinaro, che tutelano 25 espropriati e danno battaglia perché chi abiterà a ridosso del treno abbia le adeguate compensazioni.

Il  consorzio Iricav Due, appaltatore generale dell’opera, da noi contattato fa sapere che "la situazione relativa alle falde Inquinate e ai lavori di escavo dei terreni risulta sotto controllo ed è costantemente monitorata assieme agli enti preposti, Regione e Arpav in testa."

Nel servizio di Matteo Mohorovicich le interviste a Massimo Marcolungo, allevato, Vasco Carradore, commissione Tav San Bonifacio e Andrea Molinaro, avvocato  
watchfolder_TGR_VENETO_WEB_MOHOROVICICH TAV PFAS.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca