Veneto
16 Ottobre 2021 Aggiornato alle 15:58
Cronaca

La Giornata Nazionale in ricordo delle vittime sul lavoro

Veneto: morti e infortuni sul lavoro, dati preoccupanti

Convocato dalla regione, giovedì 14 ottobre, il tavolo con sindacati, imprese e associazioni.
di Matteo Mohorovicich
Credits © Foto Ansa I caschi gialli simbolo dei morti sul lavoro
I caschi gialli simbolo dei morti sul lavoro
21% in più di morti, 18% in più di infortuni, 30% in più di malattie professionali.  I primi otto mesi di quest’anno, rispetto allo scorso, vedono un peggioramento su tutta la linea. In Veneto, nella giornata in cui si ricordano le vittime, quello della sicurezza sul lavoro rimane un tema drammaticamente attuale. La Regione ha convocato per giovedì prossimo il tavolo con sindacati, imprese e associazioni. Sul piatto, la bozza del nuovo piano strategico triennale nato nel 2018 proprio per invertire la rotta. Dopo lo stop del Covid, si tornerà a discurtere di risorse e migliorie. La Cgil aveva denunciato la qualità dei controlli degli Spisal, i servizi in capo alle Ulss che si occupano di prevenzione degli infortuni. Troppo frettolosi per reggiungere il numero minimo previsto dalla legge. E su qeusto, l’assessore regionale alla Sanià, Manuela Lanzarin, dice di voler vederci chiaro. - C’è poi il tema degli organici: troppo pochi i tecnici della prevenzione, la denuncia dei sindacati. In veneto sono 150. Due volte e mezzo in meno, per esempio, di quelli della Toscana. Anche qui ci sarà da lavorare.

Nel servizio di Matteo Mohorovicich l'intervista  a Manuela Lanzarin, assessore alla Sanità Regione Veneto
watchfolder_TGR_VENETO_WEB_MOHOROVICICH - LANZARIN_INFORTUNI_LAVORO_1930.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca