Veneto
22 Gennaio 2022 Aggiornato alle 08:02
Cronaca

Andrea Soligo lascia moglie e i figlioletti di 2 e 4 anni

Tezze sul Brenta. Cade da una scala e muore a 25 anni. Aveva due bimbi

Abitava assieme alla famiglia a Vedelago (Tv). E' la vittima dell'ennesimo incidente mortale sul lavoro in Veneto
Credits © Tgr Veneto Andrea Soligo, vittima dell'ennesimo incidente sul lavoro
Andrea Soligo, vittima dell'ennesimo incidente sul lavoro
Andrea Soligo aveva 25 anni, una moglie, due figli piccoli e un lavoro che gli è costato la vita. Abitava a Vedelago, e faceva l'elettricista per la trevigiana Veneta Impianti di Riese Pio X.
Stava eseguendo alcuni lavori di manutenzione alla Fen Impianti nella zona industriale di Belvedere di Tezze sul Brenta nel Vicentino, quando verso le 10.30 è precipitato da una scala da un'altezza di 4 metri. Nella caduta ha riportato un grave trauma cranico e una frattura alla colonna vertebrale che gli è stata fatale. Soccorso prima dai dipendenti della ditta, poi dai sanitari del Suem è stato trasportato all'ospedale di Bassano del Grappa, dove però è deceduto. Sul luogo della tragedia i tecnici dello Spisal e i carabinieri, per ricostruire la dinamica di quanto accaduto, mentre la procura di Vicenza ha aperto un'inchiesta.
Andrea Soligo avrebbe compiuto 26 anni il prossimo 13 gennaio, era originario di Montebelluna, e dopo avere abitato per un breve periodo a Riese, si era trasferito a Vedelago, con la moglie e i figlioletti di 4 e 2 anni. 
 
watchfolder_TGR_VENETO_WEB_BAROVIER - INCIDENTE MORTALE LAVORO.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca