Ambiente

Protezione civile e vigili del fuoco al lavoro

Maltempo nel Vicentino: nubifragi e grandinate in Valbrenta e Bassanese

L'acqua caduta è arrivata a 50 millimetri in mezz'ora, invadendo strade e allagando sottopassi e scantinati
di Redazione
Credits © Protezione Civile del Veneto Protezione Civile al lavoro dopo il nubifragio
Protezione Civile al lavoro dopo il nubifragio
Segnalati diversi allagamenti
Pioggia e grandine si sono abbattuti in Valbrenta e Bassanese nella serata del 13 maggio. L'acqua caduta è arrivata a 50 millimetri in mezz'ora, invadendo strade e allagando sottopassi e scantinati. 
I centri più colpiti sono Mussolente e Solagna, ma disagi sono stati segnalati anche a Rosà, Galliera, San Zenone, Tezze sul Brenta e Castione. Il forte vento ha divelto alcuni pali delle linee telefoniche e la cartellonistica. Alcune abitazioni sono state a lungo senza corrente elettrica. Si sono registrati anche danni alle auto e alle coltivazioni. I Vigili del fuoco e la Protezione civile sono intervenuti per liberare le strade dalla grandine e dai fiumi d'acqua che hanno intasato i tombini. 

Nel servizio di Dario Giordo, le interviste a Cristiano Montagner, sindaco di Mussolente (VI); a Nicholas Farronato; e a Stefano Bertoncello, sindaco di Solagna
watchfolder_TGR_VENETO_WEB_GIORDO - maltempo Vicenza sera.mxf
Fenomeni come quello avvenuto nel Vicentino sono dovuti alla combinazione di correnti d'aria umide con quelle più fredde. Un'instabilità che può verificarsi anche nei prossimi giorni.
A delineare il quadro futuro è Maria Sansone, dell'Arpav, sentita da Roberto Bonaldi.  
watchfolder_TGR_VENETO_WEB_BONALDI - SANSONE ARPAV SERA.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ambiente