Ambiente

Gli animali selvatici sono in aumento

Portogruaro (VE), liberato nei campi un capriolo catturato in centro città

Dopo essere stato preso dalla Polizia metropolitana, l'animale è stato poi portato nell'oasi naturalistica di Vallevecchia a Caorle
Credits © Polizia metropolitana Venezia La liberazione del capriolo
La liberazione del capriolo
Il capriolo era stato visto vicino alla caserma dei Carabinieri
La Polizia metropolitana ittico venatoria ha rimesso in libertà nel pomeriggio del 12 maggio un capriolo che qualche ora prima era stato avvistato in pieno centro Portogruaro a due passi dalla caserma dei Carabinieri. Non è il primo caso di questo genere nell’area del Portogruarese. Spesso, gli agenti della Polizia metropolitana trovano solo i corpi degli animali, investiti da qualche auto. In questo caso il capriolo è stato prima avvicinato e quindi immobilizzato, seguendo tutte le attenzioni del caso per non procuragli alcun ferimento, e poi è stato liberato nell’oasi naturalistica di Vallevecchia a Caorle.

In aumento gli animali selvatici, arrivano appositi segnali
Il proliferare di animali di media taglia (caprioli, cervi, cinghiali) ha indotto la Città metropolitana negli ultimi mesi a installare sulle Strade Provinciali di sua competenza una cartellonistica specifica che indica la possibile presenza di “animali selvatici vaganti” e a informare di questo anche gli altri enti che gestiscono le strade come comuni, Anas , Autostrade per l’Italia e Veneto Strade.

(Fonte Polizia metropolitana di Venezia. Nel video le immagini della liberazione dell'animale)
Capriolo lasciato libero

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ambiente