Il villaggio olimpico di Cortina sorgerà a Fiames e costerà 36 milioni

A comunicarlo il sindaco Gianluca Lorenzi: "Casette provvisorie per 1.200-1.300 posti"

Nel servizio di Francesca Cosentino l'intervista a Gianluca Lorenzi, sindaco di Cortina d'Ampezzo

Sorgerà a Fiames il villaggio olimpico di Cortina per i Giochi invernali 2026, sarà composto da casette provvisorie, avrà "1.200-1.300 posti" e costerà "intorno ai 36 milioni di euro". Lo ha annunciato, con "grande soddisfazione", il sindaco della località dolomitica Gianluca Lorenzi dopo la cabina di regia su Milano-Cortina.

"Abbiamo chiesto a Mi-Co di fare una verifica, 100 o 200 posti fanno la differenza. E bisogna considerare - ha aggiunto il sindaco - anche tutto il comparto sicurezza, polizia, finanza e carabinieri: dobbiamo capire come coinvolgerli nella situazione perché sono fondamentali nell'esecuzione dell'Olimpiade". 

Luca Zaia: “Fiames è risultata la scelta migliore”

"Oggi è stato fatto un passo importante, è stato posto un tassello fondamentale per le Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Il sito di Fiames appare il più adatto a ospitare il villaggio olimpico di Cortina. L'indicazione finale è stata presentata durante la cabina di regia sulle opere infrastrutturali olimpiche. È emersa da un report tecnico particolarmente approfondito, di oltre 60 pagine, che ha preso in esame i diversi siti cortinesi dove era ipotizzabile poter ospitare il villaggio".

È quanto ha detto il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, al termine della cabina di regia Milano Cortina 2026. "L'analisi comparativa - ha aggiunto Zaia - è stata redatta dal commissario Sant'Andrea con i suoi tecnici. È durata molto tempo, valutando le diverse progettualità, fugando ogni dubbio. Fiames è risultata la scelta migliore. La relazione verrà messa agli atti e sarà resa disponibile a tutti, visto e considerato che i percorsi si vogliono realizzare nella massima trasparenza".