Maltempo

Belluno, rischio valanghe: chiusi i versanti veneti di Pordoi, Falzarego e Fedaia

Al confine tra il Trentino Alto-Adige e il Veneto, sono stati interdetti per le abbondanti nevicate i passi dolomitici. Interrotta la circolazione in via precauzionale

Belluno, rischio valanghe: chiusi i versanti veneti di Pordoi, Falzarego e Fedaia
Local Team
Neve a Passo Pordoi

I passi dolomitici, a confine tra Trentino e provincia di Belluno sono chiusi. E' stato deciso nella tarda serata di ieri, dopo le abbondanti nevicate e l'innalzamento del pericolo valanghe. Lo ha comunicato Veneto strade.

Le strade chiuse

E' stato deciso, in via precauzionale, di interrompere la circolazione sulla statale 49 delle Dolomiti da ponte Vauz a passo Pordoi, lungo la provinciale Passo Val Parola che porta al Falzarego, fino al confine con la provincia di Bolzano, la provinciale del Passo Giau da Fedare al bivio Posalz nel territorio comunale di Selva di Cadore. Stop al transito anche sulla provinciale 641 da passo Fedaia e Malga Ciapela.

Nevicate abbondanti

Abbondanti le nevicate in tutto il Bellunese, nel Vicentino e nel Veronese. Secondo il bollettino dell'Arpav Regionale, questa mattina i maggiori quantitativi di neve fresca, con circa 15 centimetri si registrano a Cima Pradazzo e alle Pale di San Martino, mentre una decina di centimetri sono caduti a Ra Vales sopra Cortina, a Monte Piana di Misurina e a Passo Falzarego, dove l'accumulo complessivo è superiore al metro. Nella notte è nevicato anche nelle Prealpi Bellunesi, con alcuni centimetri di coltre bianca caduti a Val Salatis. Acqua mista a neve, ma senza accumuli a terra, sull'Altopiano di Asiago e sulle montagne del Veronese.