Canazei (Trento)

Marmolada, ricerche a terra. Le immagini dei soccorritori che camminano ai piedi della frana

Primo giorno di ricerche a terra sul luogo della tragedia. Ad effettuarle quattordici operatori interforze con due cani della Guardia di Finanza

“Questa mattina, nell’intervento interforze, abbiamo perlustrato una zona che non era stata ancora fatta, due chilometri sotto a dove si è distaccato il seracco. Con l’ausilio di due unità cinofile della guardia di finanza abbiamo risalito il crinale e la colata di ghiaccio. Abbiamo trovato diversi reperti, sia tecnici, sia organici”, ha detto Paolo Borgonovo, ispettore del centro di addestramento alpino della polizia di Moena, che ha partecipato all'intervento di questa mattina sul ghiacciaio.   

“Altri reperti li abbiamo trovati in un’altra parte della colata. Con lo scioglimento, in basso, cominciano a emergere nuovi reperti, in alto la situazione è stabile”, ha aggiunto. 

La situazione era pericolosa, ma eravamo sorvegliati, abbiamo messo tre vedette, avevamo i sismografi puntati sul seracco e avevamo stabilito delle vie di fuga, quindi eravamo preparati a qualsiasi eventualità, con elicotteri e allarmi sonori. Avevamo deciso la fine delle operazioni intorno alle 9 perché con il riscaldamento iniziava a sciogliersi il ghiaccio”, ha spiegato Borgonovo.