La novità

A Verona c'è un corso di laurea in "videogame"

Animazione e creazione di elementi visivi. Una tecnica utilizzata non solo per i giochi, ma anche per i percorsi didattici e museali

Fondata nel Settecento come Accademia di pittura, oggi all'Accademia Statale di Belle Arti di Verona si insegnano ancora le arti tradizionali, ma un quarto degli iscritti, 200 su 800, segue il corso per creare videogame. Nuove Tecnologie dell’Arte.

Da quest’anno è partito il biennio della laurea specialistica: animazione e creazione di elementi visivi. Una tecnica utilizzata non solo per i giochi, ma anche per i percorsi didattici e museali. Ma saper disegnare non basta, bisogna anche saper scrivere. Tra le materie insegnate, infatti, c'è anche la sceneggiatura.

Abbiamo intervistato Francesco Ronzon, direttore Accademia Statale di Belle Arti; Massimo Balestrini, coordinatore Nuove Tecnologie dell’Arte; Piero Feltrinelli, professore sceneggiatura per videogame