La presentazione

Il Carnevale di Venezia nel segno di Marco Polo

Il programma diffuso incrocia il Capodanno cinese: mille spettacoli dal 27 Gennaio al 13 Febbraio fra laguna e terraferma metropolitana

È stato presentato in Municipio il Carnevale di Venezia ispirato a Marco Polo, il mercante e viaggiatore di cui ricorre il settimo centenario della morte. A ispirare allo scenografo della Fenice Massimo Checchetto il prossimo carnevale è soprattutto lo spirito d'avventura di Marco ragazzo: neppure diciottenne, quando, nel 1271, lascia la città; vi torna ventiquattr'anni dopo, passati i quaranta, esperto di umanità. "A Oriente: il mirabolante viaggio di Marco Polo" dà il titolo al programma diffuso, che incrocia il Capodanno cinese: ci saranno mille spettacoli da 27 Gennaio al 13 Febbraio fra laguna e terraferma metropolitana.

L'ultimo senza vincoli

Sarà probabilmente l'ultimo carnevale senza vincoli, dice il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. Dal 25 Aprile parte la sperimentazione del contributo (turistico) d'accesso: 5 euro a turista, veneti esclusi, in ventinove date di punta. Non ci sarà il volo dell'angelo: resta incompatibile con i cantieri per la difesa della Piazza dalle maree intermedie. Domenica 28 Gennaio lo scoppio della pantegana si ripete a Rialto. All'Arsenale il water show "Terra incognita" evocherà i racconti del Milione: "Sono Marco Polo e non ho descritto neppure la metà dei miei viaggi".