Serve una "bussola morale"

"Feroce": nell'ultimo lavoro del veneziano Francesco Ferracin un Veneto più che mai reale

Lo scrittore che da anni vive in Germania, confezione un noir tesissimo che parla di criminalità, violenza sociale e domestica, pornografia on line, droga

Lo scrittore Francesco Ferracin è stato ospite della trasmissione Buongiorno Regione, dove ha parlato della sua ultima opera “Feroce”, Linea Edizioni.

Un sommerso criminale

Scoperchiare il sommerso criminogeno del Veneto, del ricco Nordest, grazie alla letteratura. Una zona grigia, opportunamente camuffata sotto la patina turistica. I criminali della porta accanto. Quello che ognuno di noi può essere o diventare. “Feroce” è un noir che allo scrittore veneziano, da tempo residente a Berlino, serve per parlare con realismo di quel che succede nella sua regione d'origine.

Combattere la violenza con la scrittura

La violenza fa anche audience, fa vendere copie. Scrittori e registi dovrebbero seguire una “bussola morale” per Ferracin. La società, anche veneta, non ha bisogno di cattivi maestri.