L'iniziativa

La Giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo: i monumenti si tingono di blu

La ricorrenza del 2 aprile è stata istituita nel 2007 dall'Onu: diagnosi e intervento precoci possono aiutare a raggiungere l'inclusione sociale

Il 2 aprile è la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’Onu. La ricorrenza vuole richiamare l'attenzione sui diritti delle persone nello spettro autistico.  Anche quest'anno alcuni dei monumenti più importanti del mondo si tingeranno di blu, il colore scelto dall'Onu per l'autismo.
Il disturbo colpisce in forme diverse la capacità di interazione sociale e della comunicazione. In Italia si stima che 1 bambino su 77, tra i  7 e i 9 anni, presenti un disturbo dello spettro autistico, con prevalenza nei maschi, colpiti 4,4 volte più delle femmine. Dati che sottolineano la necessità di adottare politiche sanitarie, educative e sociali mirate a supporto delle famiglie.
Poter esprimere capacità, desideri e inclinazioni è un diritto di tutti. Diagnosi e intervento precoci possono aiutare a raggiungere l'inclusione sociale e promuovere autonomie anche lavorative e abitative, per definire un vero e proprio progetto di vita. Una sfida importante, che vede attive in Veneto una rete di associazioni, per essere uniti e più forti davanti a un disturbo molto complesso.