Non ci sono feriti

Aereo della Tibet Airlines esce di pista e prende fuoco mentre stava per decollare

A bordo 113 passeggeri e 9 componenti dell'equipaggio

Sulla pista le immagini del fuoco che avvolge la cabina di pilotaggio e la parte anteriore dell'aereo: poi l’arrivo di mezzi di soccorso per domare le fiamme. È quanto accaduto all'aeroporto di Chongqing, nella Cina occidentale, dove un aeroplano della Tibet Airlines è uscito di pista al momento del decollo e ha preso fuoco. È quanto riferisce l'agenzia Xinhua.

Tutti i 113 passeggeri e 9 l'equipaggio sono stati "evacuati in sicurezza", ha chiarito in una nota Tibet Airlines, aggiungendo che le persone ferite, una quarantina, tutte in "modo lieve", sono state comunque trasportate in ospedale per le cure. Il volo era diretto dalla megalopoli di Chongqing a Nyingchi, in Tibet, quando l'equipaggio ha notato "anomalie" e "sospeso il decollo".

Il fatto è avvenuto mentre la Cina è ancora scossa dal gravissimo incidente di marzo del volo operato da China Eastern in viaggio da Kunming a Guangzhou, schiantatosi su una montagna uccidendo tutte le 132 persone a bordo.   Le indagini in corso non hanno ancora fornito una ragione dell'incidente aereo che è stato il più grave in Cina negli ultimi 30 anni. Le due scatole nere, sia pure danneggiate, sono state recuperate e sono in fase di analisi negli Stati Uniti nella speranza di fare chiarezza sulla vicenda. I dati preliminari hanno riscontrato che le qualifiche degli equipaggi di volo e di cabina "soddisfacevano i requisiti di sicurezza”.