Il video della Squadra Mobile di Isernia

"Delivery della droga" durante il lockdown: quattro arresti nel clan Spada a Venafro

Avevano trasformato la propria casa in una centrale di spaccio con una folta clientela di acquirenti di cocaina e hashish

Un continuo via vai di persone da una palazzina a qualsiasi orario: sono queste le immagini contenute in circa 80 video, registrati dal personale della questura di Isernia in fase di indagine, che hanno portato all’esecuzione di 4 ordinanze di custodia in carcere nei confronti di altrettanti appartenenti al clan Spada di Venafro.

Nonostante le condanne precedenti per reati analoghi e delle restrizioni durante il lockdown, avevano trasformato la propria casa in una centrale di spaccio: una sorta di ‘delivery della droga’ dove intercettavano una folta clientela rifornendoli di cocaina e hashish.

I destinatari dell’ordinanza sono soggetti già noti alle autorità e con precedenti penali specifici per traffico di stupefacenti. Le indagini, svolte dalla squadra mobile, con a capo il vice questore aggiunto Lorenzo Cariola, dirette dal magistrato della sezione specializzata per reati in materia di stupefacenti della procura di Isernia,  sono state effettuate mediante l’uso di telecamere (poi improvvisamente distrutte da soggetti ignoti) che hanno registrato, dal 13 febbraio 2021 al 21 marzo 2021 (durante il secondo lockdown), decine di episodi di spaccio posti in essere dagli indagati presso la propria abitazione.