Nuova fase eruttiva per il vulcano

Etna, colata lavica e colonna di cenere a distanza ravvicinata. Sullo sfondo c'è Catania - Video

Nelle immagini girate ad alta quota l’attività eruttiva segnata da crolli e flussi piroclastici

Continua a essere alimentata la colata lavica che viene osservata da ormai 24 ore sul fianco nord del cratere di Sud Est dell'Etna, dopo che si sono aperte alcune fratture.  “Dal punto di vista sismico l'ampiezza media del tremore vulcanico è caratterizzata da ampie fluttuazioni intorno ai valori medio-alti, allo stato attuale, si mantiene nella fascia dei valori alti” avevano spiegano gli esperti dell’INGV. In effetti i tremori restano su valori medio-alti, ma al momento l'attività non ha ancora avuto la consueta evoluzione al parossismo, come accaduto con frequenza nell'ultimo anno. Dalle fratture si è formata una piccola colata lavica il cui fronte ha raggiunto la base nord del cratere.