La guerra in Ucraina

Il vicesindaco di Mariupol: "In città 150mila cittadini ostaggi della Russia in condizioni orribili"

Dall’Azovstal i civili sono stati quasi tutti evacuati, sono rimasti i militari, molti feriti, dice Sergij Orlov a RaiNews24

Sergij Orlov, il vicesindaco di Mariupol, conferma che dall’Azovstal sono stati evacuati quasi tutti i civili e che sono rimasti i militari, alcuni feriti. Sono 150mila i cittadini intrappolati in città, invece, ostaggi dei russi, senza corrente elettrica, senza acqua, senza cibo. Ogni giorno ne vengono deportati 200 o 300 in alcune regioni della Russia, anche in estremo oriente.