In Brasile

Italia campione del mondo nel parapendio a motore, Pasquale Biondo si aggiudica la medaglia d'oro

Il 39enne trapanese, sette volte campione d'Italia, ha vinto il titolo nella categoria "PF1", decollo a piedi monoposto, nel corso del World Paramotor Championship svoltosi a Saquarema, vicino a Rio de Janeiro

Prima medaglia d'oro della storia azzurra nel parapendio a motore. A riuscire nell'impresa Pasquale Biondo, 39 anni, trapanese di Santa Ninfa, sette volte campione d'Italia, che ha vinto il titolo nella categoria "PF1", decollo a piedi monoposto, al "World Paramotor Championship", svoltosi a Saquarema, Stato di Rio de Janeiro.

Il successo è arrivato al termine di un'avventura fortemente a rischio per la squadra azzurra. “Una vera epopea degna di un film - ha spiegato Matteo Orazi, team leader della Nazionale - ne abbiamo affrontate tante. Dalle risorse arrivate in ritardo dalla Federazione italiana, a cui abbiamo rimediato con l'aiuto del privato, la Vittorazi Motors, alle difficoltà logistiche legate all'emergenza Covid e a quelle tecniche, come il carburante fornito in Brasile e risultato non idoneo”.

A superare tutto, il sostegno di una storica azienda italiana, specializzata nella produzione di motori per parapendio e minimoto, fondata da Vittoriano Orazi a Montecosaro, Macerata, l'affiatamento e la preparazione dell'intero team azzurro, guidato dai due piloti, Pasquale Biondo e Sandro Passeri.