Strategia "zero Covid"

Shanghai ancora in lockdown, ma vede la luce - Video

Riapertura prevista entro il 1 giugno. A Pechino, intanto, nuove chiusure e test di massa con la popolazione. Rallenta l'economia cinese

La Cina è ancora alle prese con la pandemia da Covid-19 e con la difficile applicazione della sua strategia “zero Covid”. Le strade di Shanghai, in lockdown da sei settimane, erano quasi deserte ieri, domenica 15 maggio, mentre le autorità cittadine annunciavano una riapertura graduale, fino al ritorno alla normalità previsto per il 1 giugno. In 15 dei 16 distretti in cui è divisa la metropoli di 25 milioni di abitanti non si registrano più casi al di fuori delle aree di quarantena.

A Pechino, intanto, dove si registra un focolaio piccolo ma resistente, sono in corso in alcuni quartieri test di massa ed è stato imposto il lavoro remoto. Le autorità locali smentiscano le voci secondo le quali anche nella capitale sarà imposto un lockdown, ma intanto i ristoranti stanno lavorando solo per asporto e consegne, alcuni centri commerciali e luoghi di intrattenimento sono chiusi e anche i trasporti pubblici sono limitati.

Le restrizioni anti-Covid stanno rallentando l'economia cinese. Le vendite al dettaglio sono diminuite dell'11,1% su base annua, dopo essere scese del 3,5% il mese prima. Ad aprile i ricavi della ristorazione sono calati del 22,7%. Il tasso di disoccupazione del 6,7% in 31 grandi città ad aprile è il più alto dal 2018. 

(video Reuters)