Gerusalemme

Il feretro ondeggia e scivola giù: scontri con la polizia ai funerali di Shireen Abu Akleh

Nelle immagini mostrate da Al Jazeera si vedono i poliziotti colpire anche le persone attorno al feretro della cronista, portato a spalla, che rischia di cadere

Scontri con la polizia israeliana a Gerusalemme prima del funerale della giornalista palestinese-americana Shireen Abu Akleh, volto storico dell'emittente panaraba Al Jazeera, uccisa mentre seguiva un'irruzione delle forze armate israeliane in un campo profughi a Jenin, in Palestina. 

Nel video l'intervento degli agenti, avvenuto mentre il corteo funebre stava trasportando il feretro della reporter verso la Chiesa dell'Annunciazione della Vergine nella Città vecchia per le esequie, attraverso il quartiere di Sheik Jarrah. Nelle immagini mostrate da Al Jazeera si vedono i poliziotti colpire anche le persone attorno al feretro della cronista, portato a spalla, che ondeggia e rischia di cadere. La polizia israeliana afferma che le violenze sono state innescate dal lancio di pietre contro gli agenti.

Al Jazeera, così come l'Autorità palestinese che governa i territori della Palestina, hanno accusato le forze di sicurezza israeliane di aver deliberatamente ucciso Abu Akleh. Le prime conclusioni di indagini israeliane, la cui legittimità non è riconosciuta da Ramallah, affermano che non è ancora possibile stabilire se l'omicidio è stato commesso da soldati israeliani o da "uomini armati palestinesi".