La lite furiosa

Ius Scholae, in Commissione volano gli stracci tra Mollicone (Fdi) e la Presidente Casa

L'esponente di Fratelli di Italia ha contestato l'ex esponente del M5s e ora nel gruppo "Insieme per il futuro"

Una lite furiosa si è consumata durante la commissione alla Camera tra il deputato di Fratelli d'Italia, Federico Mollicone, e la presidente Vittoria Casa (ex M5S, passata al nuovo gruppo di Luigi Di Maio “Insieme per il futuro”). Sul tavolo c'è lo Ius scholae, il testo di legge redatto dalla commissione Affari Costituzionali che dà diritto di cittadinanza ai bambini immigrati (giunti in Italia prima di aver compiuto i 12 anni) che abbiano concluso un ciclo di studio di cinque anni. La commissione doveva esprimere un parere consultivo alla proposta di legge, calendarizzata per il 24 giugno. Mollicone ha contestato la presidente della commissione Casa perché “è stata imposta la votazione a parere favorevole senza consentire le dichiarazioni di voto, senza accertare le osservazioni proposte dal centrodestra e senza terminare la votazione con i contrari e gli astenuti”. Altri deputati sostengono “chiaro” il voto favorevole.