Rita Atria, la settima vittima di via d'Amelio

Anna Maria Atria: «Parlare di mia sorella Rita mi fa ancora molto male»

L'intervista del Tg1 alla sorella di Rita Atria, la testimone di giustizia morta il 26 luglio 1992

A 30 anni dalla morte, Anna Maria Atria piange di dolore mentre parla della sorella Rita. Trovata in una pozza di sangue il 26 luglio 1992, solo una settimana dopo l'attentato a Paolo Borsellino in via d'Amelio, la testimone di giustizia secondo le ricostruzioni dell'epoca si suicidò lanciandosi da un balcone di una casa nel quartiere Furio Camillo di Roma. Quest'anno Rita Atria verrà ricordata in modo diverso: il suicidio è stato messo in dubbio da un esposto presentato alla Procura di Roma perché secondo l'avvocato D'Antona, incaricato da Anna Maria Atria e dall'associazione dedicata a Rita, ci sono i presupposti per la riapertura del caso.