A Milano

Zelensky all'Ispi: "L'Italia dovrebbe essere tra i garanti per la pace" e chiede più armi

Il presidente ucraino ha assicurato che farà il possibile perché i rifugiati ucraini tornino a casa "il prima possibile non appena la Russia lascerà la nostra terra"

"Oltre 12 milioni di cittadini ucraini dall'inizio di quest'anno hanno visto il loro futuro e la loro vita distrutta dall'invasione russa. Oltre 5 milioni hanno lasciato il paese e trovato rifugio all'estero. Vorrei ringraziare il vostro popolo, la vostra città e il premier Draghi per l'assistenza alla nostra popolazione, specialmente a donne e bambini". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, intervenendo in videocollegamento al Global Policy Forum dell'Ispi, ricordando che oggi si celebra la Giornata Internazionale del Rifugiato. 

"Dobbiamo assicurarci che rifugiati e sfollati possano tornare a casa, possiamo creare un precedente storico. Abbiamo dimostrato che non è possibile distruggere l'Ucraina", ha aggiunto il leader di Kiev.