Ucraina settentrionale

A Cherniv la ricostruzione va al ritmo della musica techno - Video

Qui i russi sono andati via da tempo e ragazze e ragazzi per ritrovarsi assieme e rendersi utili si sono inventati il "clean up rave"

A Yahidne, un paese vicino a Cherniv, nel nord dell'Ucraina, oltre duecento persone hanno partecipato domenica a un rave party diurno di musica techno in un edificio bombardato che ospitava un centro culturale bombardato nelle prime settimane dell'invasione russa.  Una festa molto particolare perché al ritmo dei loop scelti dal deejay i ravers si sono dedicati a ripulire dalle macerie e iniziare a ricostruire la struttura.  Quasi tutti tra i 20 e i 30 anni, pale alla mano, caricano mucchi di detriti nel rimorchio di un trattore. In gran parte provengono dalla capitale, ma ci sono anche ragazzi del posto, altri che vengono da Leopoli, volontari da Portogallo, Germania, Stati Uniti e altri paesi.

 È l'ottavo clean up party organizzato nella zona, relativamente tranquilla da quando i russi si sono ritirati da questo fronte. Sono già una quindicina gli edifici che i volontari hanno contribuito a rimettere in sesto

“Le feste techno", spiega una ragazza che ha contribuito all'organizzazione, "erano al centro del nostro stile di vita prima della guerra, erano dove ci incontravamo tra amici e passavamo il tempo. Un'estate fa ogni fine settimana c'era una festa a Kiev. Ci mancano, e vorremmo tornare alle nostre vite normali, ma le nostre vite normali ora sono fare volontariato”

“Scrivere di musica è come ballare di architettura”, scriveva il musicista americano Martin Mull negli anni settanta. All'improvviso la frase non sembra più un paradosso.

(video Associated Press)