Il video del giorno dopo

Valcamonica, fango e detriti invadono i centri abitati, nella notte l'esondazione del torrente Re

Video - La furia dell'acqua su Niardo e Braone, massi e detriti invadono le strade, gli abitanti rimasti sul posto spazzano via il fango. I volontari e vigili del fuoco accorsi anche da Sondrio e Como per dare una mano

Il giorno dopo, sui due paesini del Bresciano sembra si sia abbattuta una tempesta: nel video i mezzi dei vigili del fuoco che passano attraverso l'acqua, ancora copiosa sulle strade dopo essere esondata dal torrente Re. Alcuni abitanti rimasti nella zona - 40 persone evacuate in fretta e furia nella notte - si rimboccano le maniche e indossati stivali, spazzano via acqua e detriti via dai marciapiedi. Auto travolte dalla furia dell'acqua sono rimaste incastrate qui e là, ingenti i danni. Il torrente si è ormai placato, ma l'acqua continua a scorrere tra strade ed abitazioni: ci vorrà tempo, prima di poter defluire o essere assorbita dal terreno.