Giappone

Arriva il "serpente robot", cercherà i sopravvissuti sotto le macerie

Progettato per trovare i dispersi sotto le macerie di un crollo, sarà fornito alle squadre di soccorso entro tre anni

È lungo quasi due metri e pesa circa 10 chili.

Si tratta di un robot a forma di serpente, tra le ultime opere di ingegneria made in Japan, “in grado di attraversare luoghi stretti e salire alti gradini sfruttando il vantaggio di essere lungo e sottile”.

Il robot è stato infatti progettato per trovare i sopravvissuti rimasti intrappolati sotto le macerie di case crollate o qualsiasi spazio ristretto in aree disastrate dove è pericoloso avventurarsi per i soccorritori. 

Ma potrà anche aiutare le persone a svolgere compiti semplici come spegnere la valvola dell'acqua con un dispositivo aggiuntivo collegato alla parte superiore della testa.

“Il suo telaio principale è stato creato utilizzando una stampante 3D e all'interno sono stati installati circa 40 motori. Può essere controllato da una console di gioco che dà istruzioni alla testa del robot in modo che altre parti del corpo possano intraprendere azioni calcolate automaticamente dai programmi del computer”.

A spiegarlo è il professor Motoyasu Tanaka che ha aggiunto: “Il robot serpente raccoglie informazioni dai sensori di distanza che sono montati sul fondo del suo corpo per salire i gradini. Questi sensori in grado di rilevare se ogni ruota è su un gradino o è appeso in aria, in modo che il robot può spostare i giunti al momento giusto. 

Anche se – continua lo scienziato - abbiamo scoperto che può rimanere bloccato in situazioni che non avevamo valutato come, ad esempio, rimanere intrappolato in alcuni fili o nella biancheria da letto, che offre meno attrito alle ruote. Non va bene se l'operazione deve fermarsi in un luogo dove il robot non può più muoversi”.

Il team del professore sta quindi portando avanti nuove ricerche per rendere il robot più adatto a vere missioni di soccorso in caso di disastro. L’obiettivo è quello di renderlo utilizzabile entro tre anni.