La tragedia di Riccione

Il gestore del bar: "Ho sentito il fischio del treno, ho urlato, tutti urlavano"

Parla l'uomo che ha scambiato alcune parole con una delle ragazze poco prima della tragedia

"Stavo caricando il distributore delle bibite, erano circa le 6.30/6.40 quando mi si è avvicinata una bellissima ragazza vestita di nero che mi chiede qualcosa ma ho subito capito che non era in sé". A parlare è il gestore del bar della stazione di Riccione dove è avvenuto l'incidente. "Mi ha detto - prosegue - che non aveva soldi e che le avevano rubato il telefonino. Successivamente si è allontanata di due metri e si è incontrata con una ragazza vestita di verde e con gli stivali in mano quando all'improvviso si sono dirette al binario 2 dove era fermo il treno per Ancona. Quando ho capito cosa volessero fare ho urlato, tutti dietro di me hanno urlato, poi ho sentito il fischio fortissimo del treno e una botta tremenda. Poi non ho capito più nulla, tutti urlavano".