La furia del fuoco su Carso

Gorizia, nella notte ha ripreso vigore l'incendio a San Michele del Carso

Evacuate per precauzione 200 persone, 36 vigili del fuoco impegnati con 10 automezzi, due canadair della flotta aerea del Corpo Nazionale in volo dall’alba

Nella notte di nuovo le fiamme, ingente l'impegno dei vigili per spegnere il fuoco. Non c’è pace nel vasto “cratere” dell’incendio sul Carso triestino che ormai da più di una settimana interessa l’area di confine tra Italia e Slovenia: il rogo ha infatti ripreso forza e vigore con una serie di focolai nei dintorni del capoluogo, oltre ad alcuni incendi attivi nel Goriziano. A Iamiano sono nuovamente intervenuti i vigili del fuoco del Comando di Gorizia, ma anche dal distaccamento di Opicina. A una decina di chilometri, a Savogna d'Isonzo, nella frazione di San Martino del Carso, è nuovamente divampato un rogo. I carabinieri hanno chiuso la strada statale 55 all'altezza di Gabria per impedire il passaggio ai veicoli.