Una misura a tutela dei lavoratori

Incendio nel Carso: per il denso fumo chiuso l’impianto di Fincantieri di Monfalcone

Da ieri le fiamme stanno divorando l'area

 

Una densa colonna di fumo bianco, grigio che piano piano diventa nero. Unico coIpo di colore i canadair che passano. È la cronaca dell’incendio che da ieri sta divorando la zona del Carso. Un fronte di fumo denso per il quale oggi il grande impianto Fincantieri di Monfalcone, vicino Gorizia, è stato chiuso.

Una decisione presa per i circa tremila dipendenti diretti di Fincantieri e delle ditte dell'indotto che oggi resteranno a casa, per loro scatta la cassa integrazione ordinaria. Il gruppo ha precisato che la misura è stata presa per tutelare la salute dei lavoratori. Deviate anche le auto che devono passare nella zona. Quello che preoccupa è la qualità dell'aria, tanto da sconsigliare l’apertura dei cancelli dell’impianto.

"Se potete non uscite di casa". E' l'appello che la sindaca di Monfalcone, vicino Gorizia Anna Maria Cisint ha rivolto alla cittadinanza a causa della densità di fumo nell'aria, tale da renderla pericolosa. Poi  per il superamento dei valori dei limiti di inquinamento atmosferico ha emanato un'ordinanza in cui obbliga a indossare all'esterno la mascherina ffp2; sospende per oggi tutti i mercati e obbliga che tutte le attività lavorative all'esterno vengano effettuate indossando la mascherina ffp2.  “Si consiglia alle persone di rimanere in casa, con le finestre chiuse e con gli animali domestici all'interno e in particolare di evitare la zona Marina Julia e Marina Nova”.