La guerra in Ucraina

Issano la bandiera Ucraina sull'Isola dei Serpenti. I russi: "Un nostro caccia li ha uccisi"

Il video, probabilmente girato da un drone, mostra alcuni militari in azione sull'isola dopo la ritirata russa. La bandiera giallo e blu sventola, poi i russi hanno fatto sapere di aver colpito gli "autori"

Le truppe di Kiev hanno issato la bandiera ucraina sull'isola dei Serpenti, ma il ministero della Difesa russo ha reso noto che uno dei suoi aerei da guerra ha sparato sull'isola, poco dopo l'alzabandiera, uccidendo alcuni dei militari in loco. 

La minuscola isola ha un grande valore strategico poiché chi la domina ha il controllo di mare, terra e aria nella parte nord-occidentale del Mar Nero e nel sud dell'Ucraina. 

È stato Andriy Yermak, il capo di Stato maggiore del presidente ucraino, a pubblicare un video su Telegram dei tre soldati che alzavano la grande bandiera ucraina sull'Isola, da cui le forze russe si sono ritirate il 30 giugno perché pesantemente bombardati dall'artiglieria ucraina

Ma più tardi a Mosca, durante il briefing quotidiano del ministero della Difesa russo, il portavoce, il tenente generale Igor Konashenkov, ha reso noto che un caccia russo ha attaccato “immediatamente” l'isola con missili ad alta precisione e che una parte del distaccamento ucraino è stato “distrutto”. 

Sulla bandiera ucraina c'era scritto: “Nave russa, ricordati. L'isola dei Serpenti è Ucraina”.