Dopo il disastro in Trentino

Effetto Marmolada: sul ghiacciaio Planpincieux 400mila m³ di ghiaccio si muovono 1 metro al giorno

Da tempo sorvegliato speciale per diverse ore sono scattati il divieto di transito e l'evacuazione dell'area della Val Ferret

È terminata stamane l'evacuazione dell'area della Val Ferret, che comprende una decina di edifici, scattata alle 18.30 di lunedì per il rischio di crolli dal ghiacciaio di Planpincieux, monitorato da tempo. Non sono stati registrati problemi e anche la strada comunale bivio Meyen Montitta-Planpincieux è stata riaperta. L'allerta era per una porzione di ghiacciaio da circa 400 mila metri cubi, che si muove fino a un metro al giorno. La decisione era scattata a seguito del report redatto da Fondazione montagna sicura e relativo all'allerta idrogeologica gialla diramata dal Centro funzionale regionale a causa dei temporali attesi.