Mismatched shoes per combattere la violenza di genere

Non solo otto marzo

Bocconiana cosmopolita, Clara Turchi ha deciso di abbandonare la finanza per far prevalere impegno sociale e spirito imprenditoriale.  

Da esperta di mercati qual è, ha individuato nelle scarpe un fertile campo d’azione per affermare il diritto ad essere unica/diversa, ma soprattutto combattere la violenza di genere.

L’idea delle mismatched shoes è diventata così un manifesto universale. In pochi sanno che è stata di Clara. Erede delle donne Gonzaga per fascino e indipendenza, l’abbiamo intervistata a palazzo Te a Mantova, scenario ideale per una storia speciale come la sua.